Fondo i3 UNIVERSITA’ conclude operazione di valorizzazione per Villa Gandolfi Pallavicini a Bologna

villa_gandolfi_pallaviciniTorna a nuova vita la storica Villa Gandofi Pallavicini di Bologna e le stanze che nel 1700 hanno ospitato Wolfgang Amadeus Mozart ora risuoneranno delle mille voci degli studenti della scuola Universitaria per Mediatori Linguistici.

Il Fondo i3 Università ha concluso infatti l’operazione di valorizzazione di Villa Gandolfi Pallavicini e ha locato lo storico immobile di Bologna alla Uniciels di Padova.

L’immobile, apportato al Fondo i3-Università a giugno dello scorso anno in linea con l’obiettivo di realizzare nuova offerta abitativa per gli studenti fuori sede diventerà quindi una residenza per gli allievi dei corsi per Mediatori Linguistici della scuola Universitaria Ciels di Bologna.

Villa Gandolfi Pallavicini è un ex residenza secentesca costruita dalla famiglia bolognese degli Alamandini nella prima metà del XVII secolo, la Villa fu acquistata dal maresciallo genovese Gian Luca Pallavicini al servizio degli imperatori austriaci. Nel 1770 vi soggiornò per alcuni mesi l’allora quattordicenne Wolfgang Amadeus Mozart, ospite del conte Pallavicini; più di recente è stata sede della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università Alma Mater di Bologna.